Storia dell’arte 1

A.A. 2018/2019 - Corsi di Arte

Quel popolo sul Palatino che si volle chiamare “Roma”

Analisi della Storia di Roma Arcaica attraverso le fonti scritte, iconografiche e materiali, focus sui risultati dei nuovi studi sui Popoli del Latium Vetus in collaborazione con gli studiosi delle realtà archeologiche laziali incontrati negli anni.

Programma

  1. I Popoli del Latium Vetus; I loro ‘accordi’; I loro ‘scambi’. Il caso del Santuario d’Ercole Vincitore: introduzione al corso in situ.
  2. Che lingua parlavano i popoli del Latium prima della fondazione di Roma? 
  3. Realizzazione della mappa dei Popoli del Latium Antico dall’Eneolitico all’età del ferro.
  4. Chi erano i rappresentanti delle Tribù?
  5. Il contributo degli Etruschi, Sabini, Sanniti e Popoli del Latium alla fondazione del villaggio sul Palatino
  6. I Re di Roma, luci ed ombre. 
  7. Il comizio e le prime istituzioni del villaggio sul Palatino.
  8. Templi e divinità di Roma Arcaica: analisi archeologica e storico-artistica della tipologia architettonica.
  9. Mater Matuta, Fortuna, Giunone Sospita, Feronia, Magna Mater: omaggio alle origini.
  10. La dea che proteggeva Roma e Pyrgi, nuove acquisizioni.
  11. Le battaglie di Roma e Veio ricostruzione attraverso i reperti archeologici e le fonti.

visita guidata: Tusculum, parco archeologico. Le origini del centro si perdono nella leggenda, quel che è certo è che le prime tracce di insediamenti umani risalgono all’età del bronzo medio, intorno al XIV secolo a.c. Fu una delle più importanti città della Lega Latina, che si oppose fieramente all’espansionismo della potenza di Roma, da cui fu però battuta nella famosa battaglia del Lago Regillo del 496 a.c. Tuscolo divenne, così, residenza estiva prediletta di imperatori, senatori e scrittori. Tra le ville più celebri, si ricordano quella di Silla Cicerone, Lucullo, Tiberio e Matidia.

2° visita guidata: Veio, visita all’area archeologica, riaperta a marzo 2018. Nuclei abitativi costituiti da capanne sono presenti sul pianoro già nell’età del Bronzo e in epoca villanoviana (inizi IX secolo a.C.). La vicinanza con Roma portò Veio ad un inevitabile scontro per il controllo del territorio, concluso con la conquista definitiva della città da parte di Furio Camillo nel 396 a.C. Il santuario di Portonaccio è il più importante dell’area veiente dedicato alla dea Minerva, da cui proviene la famosissima scultura di Apollo, databile alla fine del VI secolo a.C., è attribuita alla bottega di Vulca, artista etrusco autore anche della decorazione del tempio di Giove Capitolino sul Campidoglio al tempo di Tarquinio il Superbo (509 a.C.). 

3° visita guidata: Area archeologica di Satricum, città del Latium, fondata da popoli che abitavano nella zona tra il Tevere e il promontorio di San Felice Circeo. Il punto di riferimento del sito è il tempio della Mater Matuta, Gli scavi archeologici condotti dalle Università olandesi stanno riportando alla luce numerosi resti di tale civiltà. Sull’acropoli si trovavano gli edifici di culto più importanti, gli edifici di rappresentanza ed amministrativi e, sempre qui, si svolgeva la vita pubblica delle città stesse. Satricum era una delle città più importanti del Latium Vetus in età arcaica.

4° visita guidata: Templi Arcaici di Roma, visita nelle aree archeologiche più antiche di Roma.

Il corso in breve
Durata: 30 ore (11 incontri in aula + 4 uscite)
Giorno e orario: lunedì 17:30 – 19:00
Descrizione: corso di storia dell’arte
Costo: 200,00 euro
Sede: Villa Adriana

Stato del corso

ISCRIZIONI APERTE

Informazioni

*Campi Richiesti