Teatro per la disabilità e non • IO SONO ME

A.A. 2018/2019 - Corsi di Parole

IO SONO ME • Laboratorio permanente di teatro per persone con disabilità e non

Il teatro è il luogo delle relazioni, ambito terapeutico e socializzante per sua natura.

(Pontremoli, 2009)

Il teatro si presenta come esercizio quotidiano di realizzazione del sè attraverso il potenziamento di quegli aspetti che si rivelano particolarmente significativi nella costruzione sociale della realtà. Si propone come formazione e ricerca del benessere psicofisico delle singole persone attraverso la pratica di azioni performative. Nessun’altra situazione, come quella della finzione teatrale, permette la totale scomposizione e ricomposizione delle singole parti dell’Io. I fenomeni psicofisiologici determinano la struttura stessa del corpo, che a sua volta diventa parte della struttura dell’Io e si trasforma, da semplice unità psicobiologica, in un complesso strumento espressivo e comunicativo.

In questi casi la finalità primaria del teatro è la produzione di relazioni e ancor più il processo di costruzione pubblico e privato degli individui.

La proposta formativa rivolta a persone con disabilità, viene effettuata attraverso una metodologia di tipo attivo, nella quale i partecipanti sono invitati a sperimentare abilità e competenze richieste direttamente attraverso giochi, applicazioni, stimoli, che permettono l’applicazione diretta di una data situazione per meglio comprenderla e verificarne l’efficacia.

La mancanza di spazi associativi idonei, il superamento dell’età scolare e l’assenza di prospettive occupazionali ci spinge a ideare un progetto dove possono essere formati e riconosciuti per la loro creatività e unicità in un percorso artistico riabilitativo che abbia come scopo la valorizzazione ed il superamento dei propri limiti.

Il teatro ha suscitato l’interesse di molti professionisti sanitari e non, quale strumento privilegiato per l’esplorazione dei vissuti emotivi, personali e collettivi, nonché per lo sviluppo di capacità, conoscenze, atteggiamenti, comportamenti e opportunità di salute. Il clima dei laboratori è un pretesto per stimolare la fantasia, la creatività e il rendimento degli utenti, ma è anche un momento comunicativo a mezzo del quale la tranquillità di potersi esprimere con diversi linguaggi offre la possibilità di aprirsi, scoprire e scegliere quello che più piace di se stessi e dell’altro al fine di migliorare la sinergia e il benessere tra i partecipanti all’attività, attraverso la ricerca del divertimento e della motivazione per raggiungere gli obiettivi comuni.

Il laboratorio valorizza il gruppo in quanto portatore di trasformazione, non dimenticando l’unicità e la particolarità della persona, favorendo la spontaneità e l’integrazione dell’individuo. L’obiettivo primario è quello di dare spazio alle potenzialità espressive, emotive e relazionali di ciascuno, nel rispetto delle caratteristiche del singolo puntando sulla collettività come partecipazione.

Finalità

Il presente progetto si pone le seguenti finalità:

  • Sostenere la formazione dell’individuo;
    Promuovere il benessere psicofisico del singolo facilitando la condivisione e il confronto con gli altri;
    Favorire il processo di costruzione pubblico e privato dei soggetti interessati.

Obiettivi specifici
La realizzazione del progetto prevede il perseguimento dei seguenti obiettivi:

  • Conoscere le proprie emozioni e favorire la sperimentazione del corpo quale luogo di esperienza e di conoscenza di se stesso e della realtà che lo circonda.
  • Sviluppare l’attività motoria.
  • Fornire uno spazio di benessere, di comunicazione, di espressione, di gioco e di relazione.
  • Stimolare la capacità di interagire e relazionarsi in modo costruttivo e prepositivo con l’altro.

Attività
Al fine di raggiungere gli obiettivi che il presente progetto si propone, all’interno di ogni incontro verranno proposti quegli strumenti che consentano di tenere insieme il piano corporeo, emotivo e delle dinamiche di gruppo. Verranno proposte delle esercitazioni e dei giochi a seconda della fase attraversata dal gruppo e da come i componenti stessi li accolgono, così come gli stessi tempi saranno modulati sui bisogni dei partecipanti.
Nel complesso il lavoro si avvarrà dei seguenti apporti: giochi teatrali per favorire l’attivazione e l’integrazione del gruppo; utilizzo della tecnica di improvvisazione per favorire esperienze immaginative individuali e di gruppo; utilizzo della tecnica della narrazione come spazio di invenzione, memoria e ascolto; sperimentazione delle possibilità espressive del proprio corpo e della propria voce; esperienze di movimento espressivo, relazione con lo spazio e con gli altri, relazione con il ritmo.

Il corso in breve
Durata: 24 ore
Giorno e orario: martedì 17:00 – 19:00
Descrizione: laboratorio teatrale
Costo: 160,00 euro
Sede: Villa Adriana

Stato del corso

ISCRIZIONI APERTE

Informazioni

*Campi Richiesti